venerdì 31 marzo 2017

Oggi vi racconto una Storia...

Durante il mio cammino da..."maga"...ho conosciuto tante persone, più o meno straordinarie, ma tutte con un bagaglio fatto di Vita, vissuta sulla pelle.
Tra le tante storie condivise, ricordo con grande emozione quella di Marco, (uomo-bambino) colpito da una grave malattia, improvvisamente...quando la vita sembrava "sorridere". Ragazzo straordinario, bellissimo, con grandi occhi verdi e capelli biondi, un' Angelo. Bravissimo a scuola, sportivo, con un bel fisico e una bella Anima
Il classico bravo ragazzo, sorridente e gioioso, amico di tutti e con tanta voglia di fare, ma un giorno...
Tutto il peggio, la grande notte...ebbe inizio con un dolore ad un ginocchio, ma giocando a pallone...nessuno dette troppa importanza alla cosa, sicuramente una botta, un calcio o un movimento fatto male. Ma poi il dolore diventa insopportabile, Marco si ferma non riesce più a giocare a...camminare. La mamma persona straordinaria, di quelle donne che lavorano molto ma riescono a dare alla propria famiglia, tutto quello che serve, sia a livello materiale che emozionale, accompagna Marco dal medico e poi da vari specialisti, il mondo comincia a crollare...Viene fuori che Marco ha una brutta malattia, di quelle che un giovane di 16 anni non può avere...Il mostro del nuovo secolo, figlio forse del nostro, nuovo modo di vivere...
Visite, ricerche, analisi...interventi, ma niente sembra fermare la Macchia, che lentamente si espande dentro di lui, dentro l'anima di questa famiglia. Ma Marco non cambia, mantiene il suo sorriso, sostiene i propri genitori, racconta storie divertenti come ha sempre fatto. 
Arrivo per caso in questa casa, conosco lui e la sua famiglia, provo una stretta al cuore quando Marco mi racconta di lui e di quello che sta succedendo...Mi colpisce la sua leggerezza e la sua positività, come se raccontasse di sport o di storie di amici, ma guardandolo bene sono i suoi occhi che raccontano, un'altra storia, fatta di dolore e stanchezza, ma in modo particolare d'immobilità, perché lui non riesce più a muoversi da casa, se non portato dai propri genitori. Arrivata in casa, in un bellissimo giorno d'estate, noto fuori dalla finestra una cosa che non avevo mai notato, di fronte alla finestra della cucina, c'è una grande croce di ferro, piantata nel terreno della chiesa. Al lato della casa c'è una chiesa che poi scoprirò essere quella del Sacro Cuore. Marco è molto provato, dal dolore, dalle medicine e dal caldo, anche se lui appena mi vede sorride...anche con i suoi bellissimi occhi verdi!
Quando mi avvicino per salutarlo, mi dice :" Aiuta mio Padre!"...Suo padre, un' uomo distrutto dal dolore e arrabbiato con Dio, ogni giorno...mi dice Marco...suo padre si affaccia alla finestra e bestemmia quella Croce, quella chiesa...quel Dio che gli sta portando via, quel suo unico figlio. Così mi avvicino a quell'uomo, cerco di parlarci, di sostenerlo (per quanto, qualcuno possa sostenere due genitori, in questa condizione)...ma lui silenzioso, rifiuta le mie parole, nascondendosi nel suo silenzio pieno di parole...
Qualche giorno dopo Marco...volò in cielo...dopo avermi rassicurato, dicendomi che forse era meglio così, per tutti...e poi questa storia di vedere il Cielo, non era poi tanto male, una grande curiosità e serenità...lo accompagnarono. 
Da quel giorno passarono tanti giorni, ogni tanto guardavo la foto stampata nei miei ricordi, di quel giovane uomo che aveva accolto il Passaggio...con un sorriso...dicendo soltanto...;" ci vediamo!"
Un giorno arrivò sul mio telefonino, un messaggio, era la mamma di Marco che mi chiedeva di passare , dandomi un' indirizzo. Arrivata sul posto, mi trovai di fronte alla vetrina di un negozio per neonati, dentro una donna totalmente cambiata, ma con i suoi occhi tristi che raccontavano di un dolore, indelebile ...ma come colorato di "rosa".
Aveva avuto una bambina...bellissima...con gli stessi occhi verdi e bianchi capelli biondi..che sorrise con le sue gengive rosa! Una lacrima scese sul mio viso, portandosi dietro, macchie di rimmel e matita...provai una grande gioia...come di Dono...di Amore ritrovato.
La mamma di marco mi raccontò un fatto...negli ultimi giorni Marco aveva fatto un veggenza alla madre, dicendogli che avrebbe avuto una Sorella, una bambina a cui la madre avrebbe dovuto mettere un nome specifico...che avrebbe aiutato la madre e il padre a Vivere, ancora. E molti anni dopo era arrivata Lei, dolcissima e morbidosa, con il suo nome...scelto da Marco. Io e questa donna ci siamo guardate negli occhi e abbiamo sorriso...pianto, ci siamo abbracciate e abbiamo condiviso quel momento già scritto nel "tempo", che Marco aveva previsto e raccontato, regalandoci a tutti noi, che avevamo condiviso questa storia...la leggerezza e la speranza che Marco fosse li con noi. Sua madre e suo padre avevano aperto questo negozio per neonati, per regalare a tutte le mamme, un' aiuto ( tenendo i prezzi...bassissimi) ...andai via pensando a Marco, ai suoi genitori e a quel batuffolino rosa...
Ogni tanto questa storia mi torna in mente, è parte di me...questa famiglia è nel mio cuore...
Questa storia mi ha insegnato che si può morire dicendo "ci vediamo!"...e poi magari rivedersi ancora in un Dono chiamato...Vita!
Ciao Marco!



martedì 28 marzo 2017

Pietre e Metalli...seconda parte.

Opale-Regala con i suoi riflessi ,speranza e serenità ai nativi Bilancia e Toro.  Guardando l'Opale si possono acquisire poteri straordinari, in particolare la capacità di prevedere il futuro. 
Oro- simbolo del Sole  e della Luce spirituale e materiale, metallo che viene associato ai nativi del Leone. La sua caratteristica è la regalità, perché da sempre associato al potere e alla ricchezza. Esercita un'azione benefica su molte malattie, in particolar modo, l'itterizia. 
Pietra Lunare o selenite- Talismano portafortuna per i nativi del Cancro, con le sue sfumature porta fortuna in genere, in modo particolare crea il ritorno nelle coppie in difficoltà. Sembra che curi anche le malattie di petto e dei reni.Utile nelle situazioni che richiedono purificazione e ricambio.
Pietra Sanguigna ,Ematite o Testa di Vetro- In realtà stiamo parlando del Diaspro Verde, pietra portafortuna dei nativi Scorpione e Ariete. Viene sconsigliata vivamente ai Cancro, in quanto sembra possa portare loro molti guai. Regala coraggio a coloro che la portano, protegge dai pericoli in modo particolare quelli che vengono dalla guerra e dallo scontro. E' uno degli amuleti più indicati per i soldati o per coloro che indossano una divisa. la tradizione racconta che possa aiutare coloro che hanno ferite o sono stati operati. La scienza oggi estrae da questa pietra, un ossido,efficace contro le emorragie violente e che durano nel tempo.
Rame- Metallo della Bilancia e del Toro. La sua energia è straordinaria. braccialetti di questo metallo allontanano tante malattie. In particolare i reumatismi.
Rubino-Crea una protezione intorno alle passioni e agli amori. Particolarmente per i nativi del Capricorno. Stimola il desiderio ed esalta l'amore. Crea accordo in amore. Viene sconsigliata a coloro che sono troppo impulsivi, ardenti e poco riflessivi. Può dare insonnia e grande nervosismo. Se cambia improvvisamente colore segnala un pericolo.
Zaffiro-Questa gemma invita la raccoglimento e alla riflessione, consigliata ai nativi Toro e Capricorno. Viene chiamata Pietra santa, simbolo di equilibrio e saggezza. Aiuta con i suoi benefici effetti ,la vista.
Tormalina- Questo cristallo deve essere portato in modo particolare dai nativi del Leone. Come l'Ambra sviluppa elettricità. Viene consigliata agli artisti, poeti, attori...poiché li aiuta a sviluppare la creatività.
Sardonice- Indicata per i nativi Acquario. Se portata al collo come collana, attenua ogni tipo di dolore. Potenzia la volontà e elimina la pigrizia.
Smeraldo- Una delle più belle e benefiche, indicata per i Cancro e i segni di Acqua. Infonde calma e regala speranza. Rafforza i sentimenti rende gentili e delicati. Protegge gli occhi, il sistema nervoso e la memoria.
Topazio- Gemma per i nativi Sagittario, che li aiuta a essere felici in amore. Se montato in oro, tiene lontano il malocchio e l'invidia. Aiuta nei casi di asma.insonnia e malattie nervose.
Turchese- Cara a Venere, adatta ai nativi Bilancia e Toro. Simbolo di amore e ricchezza, per questo viene regalata ai sposi e fidanzati. In generale regala fortuna e buona sorte. Allontana il mal di testa, evita i litigi, favorendo i buoni rapporti e duratura amicizia.
Curiosità:
Il famoso Diamante Speranza chiamato anche Blu di Francia, venne portato in Europa dal mercante Jean-baptiste Tavernier, che appena entrò in possesso della pietra cadde in disgrazia, per poi scomparire in India da cui non fece più ritorno.
Entrarono in possesso della famosa pietra Luigi XIV e XV,entrambi morti con sofferenze atroci. Poi passò a Maria Antonietta che venne decapitata. Nel 1830 giunse a Londra dove venne lavorata nella forma e peso attuale di 44,5 carati.
Il banchiere Hope la comprò e la sua vita di coppia andò in rovina. perdendo oltre alla moglie anche il denaro.
Poi fù la volta del sultano Abdul Hamid,che impazzì e perse il trono.
Cartier lo vendette al proprietario del Woshington Post, la famiglia americana ebbe una serie di disgrazie senza fine.
L'ultimo proprietario lo donò al Smithsonian Institute, dove viene ancora oggi custodita.
Si dice che viaggiasse a bordo del Titanic...?!
Le pietre posseggono una loro anima, che si trasmette in modo più o meno benefico a coloro che le portano...le pietre sono vive e ci parlano, bisogna solo saperle ascoltare.

lunedì 27 marzo 2017

Questa notte ho sognato...con i numeri per giocare!

Merluzzo-mangiare un-Devi gestire meglio il denaro-N°78.
Messa- andare a-soddisfazioni spirituali- N°9
-assistere ad una- gioie e amore- N°79
-solenne- comunicazioni molto importanti-N°41
-cantata-momenti di grande allegria -N°54
-nera- impegni molto tristi e faticosi- N°28
Messaggero- notizie che arrivano da lontano e inaspettate- N°3
-esserlo- persone che hanno bisogno del tuo aiuto. N°40
-mandare un- preoccupazioni per coloro che ami. N°78
Mestruazioni- paura di avere bambini o responsabilità.N°79
-sognare che non si hanno le- desiderio di essere amata. N°42
Metamorfosi- voglia di cose nuove.N°52
-invecchiare velocemente- vita molto impegnativa-N°8
-ringiovanire- nostalgia per qualcosa o qualcuno-N°46
-trasformarsi in donna- debolezza e paura. N°33
-trasformarsi in uomo- pesanti e troppe responsabilità.N°15
-più grandi- voglia di potere economico-N°75
-più piccoli- bisogno di protezione e riconoscimento-N°73
-un'animale- istinti più forti della ragione- N°62
-in un'altra persona- temi il confronto con qualcuno- N°13
Merlo- non ascoltare le malelingue- N°10
-che parla- sei troppo ingenuo- N°78
-che canta- notizie che non contano- N°77
-uccidere un- vorresti che qualcuno stesse zitto- N°10
-insegnargli a parlare- il tuo modo di fare è sbagliato-N°56
Meringa- mangiare una- grandi delusioni-N°23
-preparare una- vuoi essere considerato, fare colpo su qualcuno-N°35
Merce-vedere della- lavoro o impegno che preoccupa.N°3
-invenduta- guadagni esigui-N°50
-barattare- cercherai di salvare il salvabile.N°56
Miagolio-una persona ti pensa_N°56
-non vedere il gatto- non capisci chi ti vuole veramente- N°32
Membro-in erezione- desiderio forte.N°40
-virile- forza e equilibrio interiore.N°29
-piccolo- dovresti risolvere i tuoi sensi d'inferiorità. N°41
-tagliato- povertà e sofferenza psicologica-N°22
-inerte- non riesci a metterti in luce- N°27
-averne più di uno- difficoltà sessuali. N°43
-averlo, per una donna- hai invidia per gli uomini-N°10
Mento- carattere forte-N°3
-con la barba- pensi di essere maturo, ma non è così-N°27
-senza barba- nessuno ti prende sul serio. N°14
-prominente- carattere e idee che s' impongono con forza-N°2
Memoria- perdere la- pensieri e ricordi che si vogliono dimenticare.N°64
-riacquistarla- supererai un conflitto. N°89

Come prevedere i numeri in uscita:
Esiste un modo molto semplice per prevedere i numeri della prossima estrazione. Andate all'ultima estrazione e scegliete una ruota, poi per ogni numero estratto aggiungete 9 +  il numero del giorno in cui avverrà la nuova estrazione.
Esempio-all'estrazione del 25 Marzo 2017 è uscito a Cagliari: 14 44 42  23  87. Prendete il primo numero, sommate il 9 e poi il giorno della prossima estrazione (28 marzo)
14+9+28=51 Numero che dovrebbe uscire prossima estrazione (28 marzo).
e così via per tutti e 5 i numeri estratti. 
Se la somma supera il 90 giocare solo il secondo numero senza il 9.
Se fossero tre cifre, giocare solo le prime due.
I numeri ottenuti andrebbero giocati sulla ruota scelta, per cui abbiamo effettuato i calcoli. 
Per sicurezza è sempre meglio giocarli per tutte. (nazionale compresa).

PS: Giocare sempre con parsimonia, il gioco può creare dipendenza patologica. Non si garantiscono vincite, sono solo indicazioni statistiche e della tradizione popolare.

mercoledì 15 marzo 2017

Il Coriandolo e il Cumino...

Coriandolo: In dosi elevate questa essenza,  può provocare disturbi nervosi e lesioni renali, negli stati di malessere profondo o problemi fisici dovuti a malattie infettive, qualche volta viene prescritta ma sotto controllo medico. I suoi frutti vengono utilizzati per dare sapore al sugo,ai bolliti,alla selvaggina e a tutti i tipi di sottaceti. Se viene masticata aiuta a nascondere l'odore dell'aglio. Il suo nome botanico è Coriandrum sativum L, o volgarmente anche chiamata erba Cimicina o Pitartola. Diffuso tramite le coltivazioni e poi sfuggito a queste, si è diffuso velocemente nel mediterraneo, in Asia e America. Veniva utilizzata fin dall'antichità, in modo particolare dal popolo Arabo che ancora oggi la tiene in grande considerazione.  Nei tempi passati alcuni la ritenevano velenosa, altri la consideravano utile per guarire malattie molto gravi e per rendere indolore il parto. Di certo è che le parti verdi devono essere buttate, mentre vengono consumati i semi secchi. Questa pianta si dice sia inebriante per gli esseri umani. 
Cresce nei prati umidi, viene raccolto a Luglio, perché quando i frutti sono troppo maturi cadono a terra. Devono essere conservati essiccati in luoghi umidi e ventilati. I semi di coriandolo sono un valido aiuto quando si hanno i piedi stanchi e gonfi , se aggiunti all'acqua dei pediluvi.
Proprietà: antisettico, antispasmodico, carminativo, eccitante, stimolante, vulnerario.
Viene utilizzato per l'aerofagia-affaticamento,arteriosclerosi, dolore, influenza, meteorismo, spasmi e vertigini.

Cumino: i frutti del cumino sono simili a quelli del cumino dei prati, però questi sono ricoperti da peletti rigidi e corti, hanno un' aroma più forte e meno gradevole, anche il sapore è molto più acre. Originario dell'Asia, in particolare del Turchestan, spezia che ha avuto un posto molto importante sia nella medicina che nella gastronomia. Frutti del cumino sono stati ritrovati nelle tombe egizie. I Romani utilizzavano i suoi semi dopo i loro festini, per digerire. Nel medioevo era ancora richiesto, ma poi venne dimenticato, rimpiazzato successivamente dal cumino dei prati, chiamato anche Kummel. Il suo nome botanico è Cuminum cyminum L.popolarmente cimino dolce o romano.
Il cumino dei prati, è diffuso nel nord Italia. Lungo i viottoli e i sentieri di montagna,. Di questa vengono utilizzati i frutti e le radici. Raccolti in maggio e settembre. Bisogna essiccare all'ombra conservando al fresco e al buio. Se si accumula il gas nell'intestino, può essere utile bere una tazza di infuso, ottenuto lasciando 30 g. di semi di cumino in un litro di acqua, per 10 minuti. Bere dopo i pasti. 
Il cumino dei prati viene chiamato carum carvi L, è una pianta biennale,alta dai 30 ai 70 cm, con fiori bianchi e frutti oblunghi e aromatici. 
Una preparazione molto utile per i disturbi digestivi può essere un preparato di semi di cumino,finocchio e menta, in parti uguali per un totale di 25 g. si versano in una scodella di acqua bollente. Si lascia riposare per 10 minuti, una tazza 2 volte al giorno.
Per la tosse: schiacciare leggermente 15 g. di semi,in una tazza di acqua bollente, si copre lasciando così per 15 minuti. 1 tazza tre volte al giorno.
DA USARE CON PRUDENZA:
Proprietà: carminativo, digestivo, galattagogo, sudorifero.
viene utilizzato per l'allattamento, appetito, digestione, meteorismo, stomaco.



PS: Per le dosi e le modalità d'uso, rivolgersi ad un'erborista o persona esperta. L'automedicazione non è mai consigliata neanche quando si tratta di Erbe, anche queste possono presentare effetti collaterali o allergie, se utilizzate a sproposito. Queste informazioni non sono indicazioni mediche e non costituiscono o possono sostituire cure mediche. Sono solo informazioni tramandate dalla tradizione popolare.

lunedì 6 marzo 2017

Se tu preghi il Santo giusto...ogni cosa prende posto...!

Ogni Santo è preposto ad un problema specifico..
S. Alberto protegge le partorienti nelle situazioni difficili.
S. Aspreno guarisce il mal di testa, mentre mentre S. Avidus guarisce la sordità.
S Gennaro protegge da tutti i danni.
S. Gervasio si occupa dei reumatismi.
S. Giuseppe concede una buona morte e aiuta le mamme che allattano.
S. Pietro aiuta le mamme a superare la perdita di un figlio morto. Rinsalda l'amore tra moglie e marito. Fa dimenticare in caso di pentimento,il male fatto. Salva le donne da una sessualità esasperata. Riconduce sulla buona via i ladri pentiti. Allontana la gelosia e l'invidia dall'uomo. Protegge i calvi e guarisce il mal di testa.
Santa Rosalia libera dal colera e dalla peste.
San Placido preserva dagli annegamenti.
San Luigi guarisce l'encefalite.
S. Valentino protegge dall'epilessia e dalle malattie delle ossa. A Veroli esiste una piccola chiesa dedicata a questo Santo. Ogni 14 febbraio le giovani donne vi si recano a pregare, per riuscire a trovare un buon marito.
S. Vincenzo Ferreri, protegge dai tumori maligni, viene invocato in caso di fulmini e grandine. Alcune persone hanno ricevuto aiuto durante i terremoti.
S. Sisto è protettore di Alatri. Viene festeggiato il 23 Aprile, uomini e donne vanno scalzi in processione. Protegge i fattori. Nel 1132 in paese si scatenò la peste, un gruppo di devoti si recò a Roma per chiedere al Papa di dissotterrare il Santo. Per portarlo in paese e sconfiggere il male. Ma la mula che portava il Santo, giunta al paese non volle entrare. Furono informati il vescovo e la popolazione, che andarono tutti incontro alla mula, che lasciata sciolta dalla corda, si recò alla cattedrale. Ad Alife, venne lasciato un dito, che portato al paese, fece cessare subito la peste. 
San Felicita, Gli venne tagliata la testa nel 160, dopo aver visto uccidere i suoi 7 figli. Viene festeggiata il 10 Luglio, Tra Atina e San Donato esisteva una chiesa dedicata a lei, ma oggi dopo la costruzione dell'autostrada, la chiesa non esiste più in quanto demolita. La cosa più importante è che di fronte alla chiesa c'era una vasca, sempre piena di acqua, dove le mamme immergevano i bambini, che avevano malattie della pelle, perché fossero guariti. 
S. Apollonia protegge dalle malattie dei denti, esiste una preghiera popolare per invocarla al bisogno:
" Santa Apollonia, tutta dulente,
tu majestra me dole lu dente,
non sacciu si è tignola e no si è verme,
vattene dulore, nellu nome della Santissima Trinità!"
Oltre che in molti paesi, Supino,Anagni, Ferrentino...Santa Apollonia che venne martirizzata con l'estrazione dei denti, viene invocata nei casi di grande dolore. Si dice che i denti della Santa, siano così tanti che ci si potrebbero riempire varie giare.

venerdì 3 marzo 2017

Sistema per giocare ...i vostri sogni!

Piero di Modena mi ha mandato un sistema, per giocare i numeri dei vostri sogni. Funziona in questo modo:
scegliete 11 numeri che avrete ricavato dai vostri sogni, magari anche più di uno. Sopra un foglio scrivete le lettere a-b-c-d-e-f-g-i-m-n-o, accanto ad ogni lettera scrivete un numero.
Formate la griglia in questo modo:
D-B-F-M
D-A-E-M
D-C-G-M
B-A-C-I
E-B-G-N
F-A-G-O
E-C-F-N
a lettera uguale corrisponde numero uguale. Otterrete cosi il sistema che vi permetterà di ottenere più ambi, terni e quaterne.
Potrete giocare sia i numeri in verticale che quelli in orizzontale. Il metodo è questo, poi ci vuole un po di fortuna...!

PS: Giocare senza esagerare, il gioco può creare dipendenza patologica. Non si garantiscono vincite, sono solo modi di giocare della Tradizione Popolare.

Per coloro che ne avessero bisogno:www.sanpatrignano.org/gioco d'azzardo.

oppure il numero verde 800.921.121
potete scrivere a www.giocaresponsabile.it
( lottomatica e federsend con il sostegno dei Monopoli di Stato.

Questi riferimenti potranno essere utili in caso di dipendenza da gioco. Sanpatrignano anche per altri tipi di dipendenze. Dalla dipendenza si può uscire...!
Questi recapiti sono utili per coloro che vivono in Italia, ma ogni altro posto del mondo ha dei riferimenti per ricevere aiuto.
Il gioco deve essere sempre diverimento...mai un problema!

Parole dal Cuore...

Preghiera alla Madonna di Lourdes: di Papa Giovanni Paolo II

Mi hanno regalato questa preghiera, sembra che abbia "energie "...particolari...! Io la voglio regalare a voi, in modo particolare a coloro che in questo momento stanno vivendo...una situazione particolare, difficile o che sembra non avere ...soluzione. Ho sempre pensato che ogni situazione...anche quella più ingarbugliata ha una soluzione...però magari con l'aiuto della Mamma....magari è meglio!

Ave Maria, donna povera e umile, benedetta dall'Altissimo!
Vergine della speranza, profezia dei tempi nuovi,
noi ci associamo al tuo canto di lode
per celebrare la misericordia del Signore,
per annunciare la venuta del "Regno" e la piena liberazione dell'uomo.
Ave Maria,umile serva del Signore, gloriosa Madre di Cristo!
Vergine fedele, dimora santa del Verbo,
insegnaci a perseverare  nell'ascolto della Parola,
a essere docili alla voce dello Spirito,
attenti ai suoi appelli nell'intimità della coscienza
e alle sue manifestazioni negli avvenimenti della storia.
Ave Maria, donna del dolore, Madre dei viventi!
Vergine sposa presso la Croce, "Eva novella",
sii nostra guida sulle strade del mondo,
insegnaci a vivere e a diffondere l'Amore di Cristo,
a sostare con Te, presso le innumerevoli croci
sulle quali tuo Figlio è ancora crocifisso.
Insegnaci a costruire il mondo dal di dentro:
nella profondità del silenzio e dell'orazione,
nella gioia dell'amore fraterno,
nella fecondità insostituibile della Croce.