martedì 30 giugno 2015

Il Girasole e il Grano Saraceno.

Il Girasole: Il suo nome botanico Helianthus annuus L ( Mirasole).Pianta spontanea dell'America Tropicale, da dove arrivò fino a noi nel XVI secolo. L'enorme fiore del girasole è costituito da un centro, fitto di piccoli fiori tubolari e da una corona di fiori petaloidi.  Non cresce spontaneamente, le parti utilizzate sono i fiori e i semi. I semi si raccolgono in Autunno i fiori tra Giugno ed Agosto. I fiori si devono essiccare al sole, i semi in ambiente arieggiato e si conservano in vasi di vetro. Un tempo era considerato solo un fiore ornamentale, che seguiva il corso del sole. Nel XIX secolo venne riconosciuto come pianta oleaginosa di primaria importanza. Anche se ancora oggi se ne coltivano stupende varietà decorative, in diverse gradazioni di giallo. L'olio che se ne ricava è uno dei migliori grassi alimentari, purché estratto con semplice pressione. Può sostituire utilmente olio d'oliva, viene utilizzato per le margarine e impastato con il grasso del maiale costituisce un buon surrogato dello strutto. La medicina popolare Russa,utilizza le foglie e i fiori per curare malattie polmonari e della gola, a molte persone il contatto diretto con i semi e i fiori può provocare delle reazioni cutanee allergiche.
Le sue proprietà maggiormente conosciute: febbrifugo- ipocolesterolemizzante, diuretico- carmatico- antinevralgico.L'olio viene utilizzato anche per prevenire l'arteriosclerosi. 
Utile in caso di: angina- arteriosclerosi- colesterolo- enfisema- febbre- ipertensione- nervosismo- malaria.
Contro gli spasmi nervosi e per riequilibrare il sistema nervoso: bere 2 tazze al giorno di decotto di girasole. bollire 20 g. di semi tostati e polverizzati, in 1 L. di acqua per 5 minuti, una volta tiepido, bere.

Grano Saraceno: O Fagopyrum esculentum Moench sin- Polygonum fagopyrum L. La coltivazione di questo cereale ebbe inizio in Cina, per poi diffondersi in India e Asia occidentale. Raggiunse l'Europa dopo il Medioevo.  Veniva utilizzato in Egitto per le cerimonie religiose, in Mesopotania con altre erbe per preparare filtri d'amore. I Greci lo consideravano miracoloso nei casi d'indebolimento fisico e psichico.I semi abbrustoliti buoni al posto del caffè, venivano prescritti ai guerrieri per riprendersi dopo essere stati feriti. Venne coltivato nelle regioni fredde dell'Europa centrale, oggi è coltivato in modo limitato e in continuo regresso. Il piccolo frutto è di forma triangolare, nero,lucente che contiene glucidi, lipidi e protidi. Fra cui molti aminoacidi essenziali. Contiene fosforo-calcio-ferro-rame e vitamine B 1/2/5 e PP. Il contenuto di potassio è il più alto di tutti i cereali. Eliminato l'involucro che ricopre il seme, può essere cotto come il riso, ha grande valore energetico, facilmente assimilabile, indicato nei casi di digestione difficile e denutrizione. E' un cereale che potrebbe essere coltivato su ampia scala per combattere la fame nel mondo.
La sua proprietà più importante è quella di remineralizzare il corpo, e stimolare l'organismo. Attivante delle funzioni vitali, rinfrescante, emolliente.
Nei paesi arabi viene utilizzato dalle donne per ottenere quelle forme morbide, che ne fanno delle vere bellezze!
Può essere utilizzato per: astenia- convalescenza- crescita- in caso di mancanza di minerali- gravidanza.
Lo possiamo trovare allo stato selvatico nelle macchie e nelle pietraie di montagna. predilige i terreni argillosi e calcarei che non trattengono l'umidità. Si può anche coltivare in orto, ma crescendo a dismisura, tende ad invadere i terreni circostanti. Il suo profumo è caratteristico, o piace molto o non si può sopportare. Il suo frutto ha la forma di un pisello o fagiolo, che contiene da 10 a 20 semi.  Si raccoglie in Luglio e Agosto, i frutti vanno lasciati seccare all'ombra sopra una superficie pulita. Poi vengono battuti.
I semi proprio a causa del loro odore, vengono utilizzati per tenere gli insetti lontani. Se volete utilizzarlo ma non sopportate l'odore, mettete i semi per 2 minuti in alcool per preparare i liquori,bollente. Asciugateli velocemente, questo procedimento toglie l'odore.Se lo volete utilizzare per uso interno non prolungate la cura per più di una settimana, per poi riprenderla dopo 8 giorni d'interruzione. 
Effetto tonico-ricostituente: Non è una pianta eccitante, al contrario è calmante. Per coloro che sono anemici,debilitati o ipotesi: Consumarla mescolata al miele, due volte al giorno, un cucchiaino di polvere.
In decotto: 2 g. in 100 cc. di acqua. 3/4 tazzine al giorno.
Vino di fieno greco: 5 g. in 100 cc. di vino bianco far macerare per 10 giorni. Per migliorare il gusto aggiungere delle scorze di arancia. 1 bicchierino prima dei pasti.
Per uso esterno: decotto. Due pugni di farina, in un litro di acqua. Per irrigazioni vaginali. Mantiene elastiche le pareti vaginali, utile nei casi di vaginismo, ( apparente frigidità per un rapporto sessuale doloroso).
Lo stesso decotto può essere utilizzato come impiastro su seno e sedere,per mantenerlo tonico e svilupparne il volume.

1 commento:

  1. Ti ho scoperta oggi, articolo interessantissimo.
    grazie infinite

    RispondiElimina