venerdì 29 novembre 2013

La Creazione. Parte Nona.

Dopo il fattaccio di Caino e Abele, il Signore Dio si era trovato costretto a mettere un segno sopra Caino (il primo tatuaggio...) perché chiunque lo avesse incontrato non fosse tentato di vendicare Abele. Il segno non era stato messo come simbolo infamante, ma come un marchio che lo riconosceva membro di un gruppo che esercitava duramente la vendetta con il sangue. ( inizio di prime faide familiari, riconosciute dal clan!) Da questo punto in poi Dio si era ritrovato a fare la conta di tutti i figli di ...Caino. Questo aveva generato Enoch, lui suo figlio Irad e così di seguito...( le caste. facevano capolino!)  Rendendosi conto di quanti figli di...erano nati, Dio sentì il bisogno di creare l'Anagrafe e le Pagine Bianche. Ma anche Adamo si era accoppiato di nuovo con Eva, sempre in quel suo modo poco colorato e senza troppe concessioni. Da questo accoppiamento discutibile ( da parte di Eva) nacque Set. E da questo punto una sfilza di figli di Adamo, allora Dio iniziò anche a segnarsi gli anni di vita, notando che i figli di Adamo, tendevano a vivere troppo con conseguenze disastrose sul numero della popolazione. Bisognava prendere provvedimenti, da qui' il detto :" Quando la Divina provvidenza ci mette una mano". (La morte come anticoncezionale? Ma non era un tantino esagerato?) Da tutti questi figli della sveltina, era nato anche Noè, che aveva circa 500 anni quando aveva generato  Sem-Cam-Iafet.
Gli uomini si erano moltiplicati a dismisura, nonostante i rapporti sessuali scadenti, ogni botta era una tacca...Così anche i figli del cielo, che avevano notato tutto questo movimento sulla terra, notarono che le figlie degli uomini erano proprio ...Bonazze! Tutte forme e sorrisetti...di quelle facili a dartela! Iniziarono ad accoppiarsi senza tregua, contribuendo alla crescita demografica del paese. Da tutti questi rapporti tra cielo e terra, vennero fuori i Giganti e gli Eroi, chiamati Nefilim. Dio Padre cercando di fermare la sovrappopolazione ( ma che cavolo! Ma che vogliamo fare la fine dei cinesi!) e anche la sessualità dilagante, un giorno disse:
" L'unico modo per fermare questi criceti!!....Uomini... Bisogna farli vivere di meno, in modo da dargli meno tempo per la riproduzione. Ma ormai il tutto gli aveva preso la mano, gente che faceva sesso in tutti i posti e in tutti i modi ( era nato il Kamasutra!). Il Male aveva invaso il mondo!! ( sesso = Male, Regola prima della chiesa, Oddio! Era nato anche il Cattolicesimo...Zitti, Zitti sti preti...Neanche il principale avevano avvisato!) Dio si era proprio pentito di aver creato l'uomo, chiamò gli Angeli a riunione e gli disse che avrebbe sterminato questo essere, che pensava solo a mangiare, c...v..e ,c....e! (anche la prima forma di censura! Non si faceva mancare niente)
Lui era Dio...le parolacce non le poteva dire....!
:" Sterminerò uomini, bestie e piante! ( gli Ambientalisti e la protezione Animali, avrebbero obbiettato poi...che gli uomini, potevano essere anche d'accordo! Ma piante e animali...che cosa c'entravano in tutto questo?)  Gli Angeli non approvavano questa decisione, ma lui era il capo e non  si poteva contraddire...Magari ti scaraventava giù dal cielo...sa' che volo! Altro che volo d'Angelo! Così tutti votarono a favore della decisione presa. Dio guardando il formicaio degli uomini, notò che questo Noè in fondo era proprio l'uomo giusto, aveva raggiunto una bella età avanzata senza accoppiarsi troppo (solo tre figli! Avrebbe potuto anche prendere la casa popolare...) Mangiava poco ed era un gran lavoratore...Non si lamentava mai e non chiedeva niente...( Una vera Manna per uno stato!) Così chiamò Noè e gli disse che avrebbe distrutto ogni forma di vita sulla terra...( e ancora ambientalisti e protezione animali...a dire che gli uomini potevano pure essere distrutti! Ma tutto il resto non si comprendeva proprio...non era logico!) Che solo lui e la sua famiglia si sarebbero salvati...avrebbe dovuto costruire una barca di legno ( in cipresso...! Era un tipo di legno che gli era piaciuto sempre!) avrebbe dovuto coprirlo di bitume e dividerlo in scompartimenti rispettando perfettamente le misure decise da Lui- 300 cubiti di lunghezza, 50 la larghezza e 30 l'altezza. Sopra un tetto e una porta su di un lato. E per finire essere di tre piani!
Quando ci si metteva era un vero pignolo! Pensò l'Arcangelo Michele.
Noè ascoltava in silenzio quel Dio che fino a ieri...era sembrato sempre, così equilibrato, una personcina tanto per bene...
Possibile che un po' di sesso...incutesse tanta paura? Che avesse scatenato tutto quel putiferio? Noè si ritrovò di fronte al mare a riflettere...perplesso... Non sapendo che tra un po'...avrebbe odiato l'acqua per sempre...

Nessun commento:

Posta un commento